venerdì 30 novembre 2012

Fatti e rifatti: i biscotti millefarine


La celebre rubrica in onda tutti i mercoledì all'interno di Striscia la Notizia non finisce mai  di farmi  riflettere. Fatti e Rifatti ci mostra le trasformazioni dei volti più noti della tv italiana  dopo uno o più passaggi dal chirurgo estetico. 
In alcuni casi si tratta di innocui ritocchi al collagene per rimpolpare le labbra, un ciclo di botox, una passata di acido glicolico-mandelico-ialuronico, una blefaro-plastichina impercettibile. Oppure osserviamo l'evidenza di ritocchi doverosi, come il "dono" di seni nuovi a coloro che - del tutto ingiustamente - ne sono nate sprovviste. Nati belli e rifatti meglio. 
E come negare una nuova giovinezza a chi ha perso i capelli troppo presto? Tutto merito del chirurgo...  
Purtroppo, però, sempre più di frequente si vedono delle orrende esclations di aberrazioni di visi umani. E, cosa ancora più incomprensibile, ciò si verifica soprattutto laddove la bellezza era stata generosa e provvida. Perché il chirurgo, giurava, il ritocco sarebbe stato invisibile. E dai oggi e dai domani, ci han restituito facce da Nuovi Mostri! Facce lucide e tirate come mele royal gala, zigomi posticci, occhi così tirati che non si chiudono più, bocche insignificanti e tutte orrendamente uguali. A cercar di correggere la più piccola imperfezione han forse perso di vista l'armonia complessiva del proprio aspetto esteriore?  


Questi sono i miei biscotti fatti e rifatti. Senza il minimo sforzo, perché la ricetta l'ho provvidenzialmente trovata qui, sul blog di Elena, Zonzolando, che li ha così assemblati dopo vari tentativi. Quindi tutto merito suo. 
Io li ho rifatti a treccina, come piacciono tanto al Gamberetto. E Gamberetto, approved. 
Ma secondo me perdono un po' della loro caratteristica fragranza, perciò fateli serenamente quadrati come Elena. Non dimezzate le dosi perché ve ne pentireste. Io ne volevo ancora e ancora. Per di più si conservano benissimo, in una biscottiera di latta. 

Biscotti Millefarine

Ingredienti: 
200 g di farina 00
200 g di farina integrale
50 g di farina di segale 
100 g di fiocchi di avena 
180 g di farina di grano saraceno 
170 g di burro
140 g di zucchero di canna 
140 g di zucchero semolato 
2 uova grosse
140 g di latte 
1 e ½ bustina di lievito
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 goccia di fialetta di aroma di mandorla
1+1/2 cucchiaino di bicarbonato


Operazioni da fare preliminarmente: lasciare il burro a temperatura ambiente per almeno un'ora; ridurre i fiocchi di avena in una farina piuttosto fine, nel mixer o nel frullatore. 
Poi ho impastato tutti gli ingredienti insieme, fino a ricavarne una palla omogenea che ho lasciato riposare in frigo per circa 1 ora. 
Preriscaldate il forno a 180° e realizzate i biscotti della vostra forma preferita. Per fare le treccine dovete staccare delle dosi di impasto grandi come noci e formare dei rotolini di circa 20 cm che poi attorciglierete su loro stessi . Altrimenti stendete l'impasto con in mattarello allo spessore di 5 mm circa. Cuoceteli su carta forno per 15 minuti. (5 minuti in più per le treccine). Sono deliziosi polverizzati con ulteriore zucchero di canna. 
Elena consiglia di girarli sottosopra a un minuto dal termine della cottura. 



6 commenti:

  1. Alcune volte la rubrica di Fatti e Rifatti è davvero imbarazzante. Questi biscotti con tutte queste farine mi ispirano moltissimo mi piacciono moltissimo fatti a treccina (il Gamberetto ha ragione), ma se credi che perdano di fragranza li proverò quadrati. In questo periodo sono alla ricerca di biscotti&co per i prossimi regali di Natale. Marta

    RispondiElimina
  2. Ma grazie cara! Non sai quanto mi fa piacere che li hai provati e che ti siano piaciuti. Il nome Millefarine è bellissimo ehehehe La forma che gli hai dato è troppo forte, peccato per la consistenza. Il mio Massi ne va ghiotto. Non è sempre necessario girarli.. dipende dal forno. Ma a voi sono parsi un po' simili a quelli del Mulino Bianco? L'idea è nata da quelli, ma alla fine è un po' cambiata ehhehehe Bacioni!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fra, posso prendere la foto per inserirla nella mia rubrica Your Turn? Sarebbe bello avere anche te :-) Baci!!

      Elimina
    2. Certo che puoi! è un piacere!

      Elimina
  3. Mi piacciono tanto i biscotti rustici, sono i più' gustosi. Sinceramente mi piace anche la forma a freccina. Io i fatti e rifatti li guardo per curiosità', perché i vari personaggi, non me li ricordo più' come erano prima . Ciao.

    RispondiElimina
  4. Simpatica e interessante la nozione introduttiva, ci sarebbe molto da dire, purtroppo la chirurgia estetica ha mio giudizio ha portato più negatività che positività, è meglio lasciarsi trascinare, da questi magnifici biscotti.
    Lorenzo D.

    RispondiElimina