sabato 15 settembre 2012

50 sfumature di Viola per le mie melanzane ripiene


Devo far pace con le melanzane. Devo scusarmi per tutto quello che è successo, per tutto quello che sono stata in grado di far loro.
Nelle ultime settimane ammetto che abbiamo avuto uno strano rapporto di attrazione e repulsione. 
Desideri e fantasie, voglie e ripensamenti, amore e dedizione.
Soprattutto amore non ricambiato. 
A guidarmi: il pensiero costante di dominare questi ortaggi generosi e sfuggenti, di plasmarli sull'idea e il capriccio del momento. 
Gli avrei fatto di tutto! Tutto e tutto subito, prima di vederle perdere lucentezza, avvizzirsi e riempirsi di rughe e antipatici semini.
Acquistate nel pieno del loro splendore, avidamente palpate centimetro per centimetro; custodite gelosamente e rese protagoniste di ogni attimo di libera creatività culinaria. 
Insomma, io e le melanzane abbiamo consumato un rapporto con 50 sfumature di viola, tutte quelle che una melanzana può avere! 
E' stato un combattimento estenuante!


Ho provato a sottomettere una prosperosa rinchiudendola nel forno a 200° poi riducendola a una purea con cui ho fatto degli orrendi gnocchi dolciastri che ho buttato con violenza nel cestino dei rifiuti organici...
Le mirabelle le ho decapitate, tagliate a fette, tenute in ostaggio sotto sale e infine fritte in abbondante olio per poi rinchiuderle in un vaso di passata di pomodoro casalinga in cui loro hanno comunque sprigionato il loro sapore  amaro, irrimediabilmente.... 
Con una maya ci ho fatto delle polpette, dopo averla stufata in padella, lentamente e inesorabilmente per alcuni lunghissimi minuti. Ma polpette mollicce e disfatte impossibili da tenere in piedi... 
Tutte ricette da rinchiudere in una stanza segreta delle torture!

Solo con la black beauty e la mia ricetta più collaudata per riempirla, ho, infine, raggiunto il massimo del piacere.

Perché un rapporto consolidato che funziona, è infinitamente preferibile a qualsiasi stravaganza del momento. 


Melanzane ripiene con petto di pollo

Ingredienti per 2 persone:


2 Melanzane
250 gr di Petto di Pollo
50 gr di Pecorino romano 
1 spicchio d'Aglio
5-6 olive itrane
olio extra vergine d'oliva
pepe nero a piacere

Tagliate a metà le melanzane in modo da ricavarne due barchette. Svuotatele con uno scavino. Salatele, irroratele con un filo di olio e passatele in forno a 200° per 20 minuti o fin quando la polpa all'interno non risulti morbida.  
Nel frattempo riducete a dadini la polpa di melanzana e cuocetela in una padella con due cucchiai di olio e lo spicchio d'aglio schiacciato. Io aggiungo sempre mezzo bicchiere di acqua per ricavarne quasi una crema e pochissimo sale. 
Quando la polpa è tutta cotta e ben asciutta aggiungete il petto di pollo a listarelle. 
A cottura ultimata e a fuoco spento, eliminate lo spicchio d'aglio, pepate e mantecate con il pecorino grattugiato. Aggiungete infine le olive snocciolate e tritate grossolanamente con il coltello.
Riempite con questo composto cremoso di pollo le melanzane. Spolverizzate con ancora poco pecorino e fate gratinare in forno per 10/15 minuti.
  

PS: posso ancora negare fino alla morte di aver letto, in un cantuccio della mia cucina, la migliore bufala letteraria dell'era contemporanea??? :-)

3 commenti:

  1. E' vero le ricette semplici sono quelle che funzionano meglio. Io le melanzane ripiene di pollo non le conoscevo, ma penso che mi hai dato un'ottima idea. Buona domenica.

    RispondiElimina
  2. Le faccio sicuramente, adoro le melanzane e così non le ho mai provate. Grazie della ricetta :)

    RispondiElimina
  3. madame chauchat2 ottobre 2012 20:15

    Fatte stasera e davvero buonissime. Grazie!

    RispondiElimina